Logo

Archivio Autore

Tousentout Cinema…di Paola Brunetta

Due anni, un bel percorso. Siamo partiti nel novembre del 2016 con I sogni segreti di Walter Mitty di Ben Stiller, commedia sognante e ariosa sull’identità e la realizzazione di sé ottenuta mettendosi in gioco in una ricerca guidata da una figura magicamente significativa, e siamo arrivati, in questa chiusura di 2018, a un film tutto al femminile, una commedia sentimentale sulla realizzazione e la riscoperta di sé, 50 primavere di Blandine Lenoir.

In mezzo ci sono state delle commedie più o meno graffianti (Dobbiamo parlare di Sergio Rubini), classiche ( Non sposate le mie figlie! di Philippe De Chauveron), lievi (Piuma di Roan Johnson) o al contrario impegnate nei temi e nei modi (La pazza gioia di Paolo Virzì), dei film che sfiorano la commedia, leggeri senza davvero esserlo, come Sing Street di John Carney e Le donne della mia vita di Mike Mills, e dei film un po’ più seri ma ugualmente aperti alla speranza come, in modi diversi, Fai bei sogni di Marco Bellocchio, Lion – La strada verso casa di Garth Davis e Una donna fantastica di Sebastián Lelio.
Film più o meno d’autore e più o meno d’essai, di diversi generi e contenuti oltre che di stili di regia più o meno originali, ma accomunati dalla necessità di parlare alle persone e di dire qualcosa su questo nostro mondo e su questa nostra umanità, anche proprio sui meccanismi dell’umano perché l’interesse di Tousentout è la comprensione dell’uomo in tutti i suoi aspetti, dal punto di vista sia fisico che spirituale ed emozionale, nella sua realtà esteriore ed interiore e nelle sue relazioni con i suoi simili, per mettere al centro l’amore, la grazia e la bellezza, che vogliono dire libertà.
E connessione tra tutti e con il tutto.

Ci sembra che il pubblico abbia risposto, attento alle proiezioni e partecipe nei momenti di condivisione, e ci auguriamo che possa coinvolgersi sempre di più in questo lavoro che è anche un modo diverso di utilizzare il cinema: non per discettare dei film sul piano estetico o contenutistico, ma per vedere cosa hanno provocato in noi, quali emozioni ci hanno suscitato, quali risposte psicologico-esistenziali hanno suggerito.

Paola Brunetta

Aquarius

AQUARIUS di Kleber Mendonça Filho (Brasile 2016)

Articolo di  Paola Brunetta

 Tra i molti bei film che stanno uscendo in questa fine 2016 (Captain Fantastic di Matt Ross, E’ solo la fine del mondo di Xavier Dolan, Lion – La strada verso casa di Garth Davis, Paterson di Jim Jarmush), spicca Aquarius

“Sing Street “ 22 gennaio 2018 Ca’ Dei Ricchi Treviso

IL CINEMA: COSA CI RACCONTA DI NOI? Di Paola Brunetta

Da sempre il cinema ha rappresentato uno strumento – chiave per la comprensione dell’uomo. O meglio: dalla sua nascita possiamo trovare i film realistici, che indagano la realtà in tutti i suoi aspetti, dall’ambiente fisico e sociale a quello umano/ psicologico, e quelli improntati al fantastico, nei vari generi che hanno poi composto il cinema d’evasione. Tousentout fa riferimento al primo di questi filoni perché il suo interesse è la comprensione dell’uomo in tutti i suoi aspetti, dal punto di vista sia fisico che spirituale ed emozionale, nella sua realtà esteriore ed interiore e nelle sue relazioni con i suoi simili – gli altri esseri umani. Per mettere al centro l’amore, la grazia e la bellezza, che vogliono dire libertà. E connessione tra tutti e con il tutto.

Serata di Astrologia Esperienziale con Mita

Serata di Astrologia Esperienziale con Mita

https://www.facebook.com/events/103398373935060/?ti=icl

Tousentout e le Stelle…✨🌟💫…esploriamo con Mita la profondità dei significati del movimento dei pianeti…guardando il cielo portiamo lo sguardo dentro noi stessi per comprenderci un po’ di più…

La serata si terrà sulle colline vicino al Lago di Garda…

La Pazza Gioia

IL CINEMA: COSA CI RACCONTA DI NOI?

Articolo di Paola Brunetta

25 settembre 2017 da TRA ore 20:30

Da sempre il cinema ha rappresentato uno strumento – chiave per la comprensione dell’uomo. O meglio: dalla sua nascita possiamo trovare i film realistici, che indagano la realtà in tutti i suoi aspetti, dall’ambiente fisico e sociale a quello umano/ psicologico, e quelli improntati al fantastico, nei vari generi che hanno poi composto il cinema d’evasione.

Seguici sui nostri canali social

Iscrizione Newsletter

Privacy